Data di pubblicazione: 11/10/2017
Numero accessi: 1341

indietro

Deresponsabilizzazione istituzionale. Alunni con disabilità sensoriale e interventi socioassistenziali


A scanso di equivoci va affermato che gli studenti con disabilità sensoriale hanno il diritto, come tutti gli altri alunni con disabilità, di ricevere interventi adeguati attraverso personale competente e qualificato (insegnanti per il sostegno e assistente comunale per autonomia e comunicazione). Una competenza professionale che deve riguardare anche l’intervento educativo extrascolastico che, in questo caso, passa anche attraverso l’assistenza didattica domiciliare. La domanda che si pone è se il sistema degli interventi previsto risponda a questo obiettivo e se sia giusto, opportuno, corretto che si attui una sostanziale privatizzazione dell’intervento, rispetto al quale il ruolo delle Istituzioni risulta totalmente residuale. I Comuni, che sono titolari delle funzioni socioassistenziali, sono chiamati a trasferire fondi dalla Regione alle famiglie, con una funzione puramente amministrativa (verifica correttezza documentazione fiscale), rispetto a famiglie che diventano “datori di lavoro”, in forme, peraltro, non ben definite (“secondo la normativa vigente”). Le Unità Multidisciplinari si trovano invece relegate ad una funzione meramente ancillare, all’interno di un percorso strutturato che, sostanzialmente, prescinde dal loro intervento.


Scarica il file PDF

Adempimenti legge 4 agosto 2017, n. 124


Il nostro Bilancio


60030 Moie di Maiolati (AN), via Fornace, 23


(+39) 0731 703327


grusol@grusol.it