Gruppo Solidarietà
Via D'Acquisto, 7
- 60030 Moie di Maiolati Sp. AN- ITALY
tel/fax 0731703327
grusol@grusol.it
 
Il materiale presente nel sito può essere ripreso citando la fonte
Home page - Chi siamo - Voce sul sociale - Centro Documentazione - Schede di approfondimento
Rivista Appunti - Banche Dati - Pubblicazioni - Informazioni - Links utili


Ribadito il diritto a classi non numerose ed alle deroghe per il sostegno per gli alunni con disabilità

(indice informazioni)


Il Ministero dell’Istruzione con la Circolare n. 54, emanata il 6 Luglio 2004, ha ribadito a pagina 3 l’obbligo per i Dirigenti scolastici di comunicare ai Direttori scolastici regionali l’everntualità di prime classi con più di 25 alunni se è presente un alunno con disabilità certificata e di 20 alunni se sono presenti due alunni con disabilità. Tali classi debbono essere sdoppiate entro il 30 Luglio, poiché è vietato sdoppiare classi dopo tale data.
Pertanto i genitori debbono informarsi se i Dirigenti scolastici hanno effettuato le richieste di sdoppiamento e, in caso contrario, debbono insistere , in base a questa circolare, affinché la richiesta venga immediatamente fatta.
Inoltre a pagina 12, il paragrafo n. 6 è totalmente dedicato alle deroghe per il sostegno che debbono essere richieste se le certificazioni presentano la dichiarazione di handicap in situazione di gravità , secondo quanto stabilito dall’art 35 comma 7 L.n. 289/02. Anche queste richieste debbono essere inoltrate dai Dirigenti scolastici, qualunque siano state le eventuali disposizioni dei CSA, immediatamente, perché, le autorizzazioni dei Direttori scolastici regionali debbono intervenire netro il 30 Luglio.
Anche su ciò i genitori interessati debbono chiedere se i Dirigenti scolastici hanno provveduto secondo le indicazioni ministeriali, già contenute nella C M n.37/04, citata nell’attuale circolare.
Certo il ministero avrebbe dovuto emanare questa circolare ben prima delle scadenze ordinarie per la formulazione degli organici di fatto. Ma a questo punto, ove alcuni Dirigenti scolastici non abbiuano provveduto a compiere questi adempimenti, debbono provvedere immediatamente, pena il rischio di denuncia da parte di qualche genitore per omissione di atti di ufficio.
Si ritiene però che ormai i rapporti fra scuola e famiglie siano notevolmente collaborativi e pertanto che, qualche eventuale ritardo, possa immediatamente essere recuperato nell’interesse della qualità dell’integrazione scolastica alla quale il ministero tiene moltissimo, come dimostrato durante i lavori dei Gruppi appositamente costituiti in seno all’Osservatorio permanente del MiUR sull’integrazione scolastica. Tali Gruppi hanno compiuto i loro lavori e tutte le associazioni aderenti alla F I S H , alla F AN D ed al CN D, hanno richiesto al ministro un’immediata convocazione dell’Osservatorio entro la metà di Luglio, per conoscere gli orientamenti del ministero sulle numerose proposte avanzate.
Sarà importante che il Ministero convochi subito l’Osservatorio, altrimenti qualche malpensante potrebbe insinuare che i Gruppi sono stati riuniti per tattica preelettorale.
Ma, dati gli ottimi rapporti fin qui tenuti dal ministero con le associazioni si è certi che questa ipotesi non sia neppure proponibile.

Salvatore Nocera