Gruppo Solidarietà
Via Fornace, 23
- 60030 Moie di Maiolati Sp. AN- ITALY
tel/fax 0731703327
grusol@grusol.it
 
Il materiale presente nel sito può essere ripreso citando la fonte
Home page - Chi siamo - Voce sul sociale - Centro Documentazione - Schede di approfondimento
Rivista Appunti - Banche Dati - Pubblicazioni - Informazioni - Links utili

(indice Voce sul sociale)

Gruppo Solidarietà Via S. D'acquisto 7, 60030 Moie di Maiolati S. (AN). Tel. e fax 0731.703327

- All'Assessore ai Servizi Sociali
Dott. Paolo Cingolani

- Al Coordinatore Tecnico
Dott. Claudio Fratesi

Oggetto: trasporto utenti


Con la presente vorremmo porre all'attenzione la situazione riguardante la mobilità di due ragazzi:

K. F. residente in Via …….. con disabilità fisica, deambulante e in grado di salire in un autobus di linea, non può spostarsi dalla propria abitazione con i mezzi pubblici perché quella zona risulta scarsamente servita dal servizio urbano. Frequenta da alcuni mesi la piscina Comunale di Via del Molino e attualmente raggiunge la piscina grazie alla presenza di alcuni volontari che le garantiscono il trasporto.

M. S. residente in Via ……… con lieve deficit psicofisico deve raggiungere tutti i giorni la Mensa aziendale in Via Leone XXIII (zona industriale) dove lavora. Simone è in grado di spostarsi autonomamente con il mezzo pubblico ma deve essere accompagnato dalla madre perché quella zona è scarsamente servita dal servizio urbano. Più volte è accaduto che per impossibilità della madre Simone non potesse recarsi al lavoro o si rendesse necessaria la chiamata di qualche conoscente.

In tutte e due le situazioni l'assenza dei mezzi pubblici oltre a determinare l'indispensabile presenza di familiari o volontari senza dei quali si pregiudica lo svolgimento delle loro attività, impedisce la promozione di percorsi di autonomia o peggio ancora la perdita di abilità acquisite.
In ragione di quanto sopra auspichiamo che vengano trovate soluzioni adeguate volte a garantire il diritto alla mobilità.
Disponibili per quanto riterrete opportuno inviamo cordiali saluti.

Gruppo Solidarietà

lì, 2.11.02