Gruppo Solidarietà
Via Fornace, 23
- 60030 Moie di Maiolati Sp. AN- ITALY
tel/fax 0731703327
grusol@grusol.it
 
Il materiale presente nel sito può essere ripreso citando la fonte
Home page - Chi siamo - Voce sul sociale - Centro Documentazione - Schede di approfondimento
Rivista Appunti - Banche Dati - Pubblicazioni - Informazioni - Links utili

(indice Voce sul sociale)

Al“Comitato Associazioni di Tutela” (CAT) rappresentativo delle associazioni:
Aism regionale, Anffas Jesi, Angsa Marche, Ass. Libera mente, Centro H, Tribunale della salute di Ancona, Alzheimer Marche, Ass. Free woman, ass. paraplegici Marche, gruppo solidarietà, Uildm Ancona, ass. La Meridiana, ass. La Crisalide
ANCONA

Il giorno di martedì 12 luglio 2005 presso la sede regionale si è tenuto l’incontro tra i sottoscritti assessori regionali alla sanità e alle politiche sociali e il comitato in indirizzo alla presenza del Direttore del Dipartimento servizi alla persona e alla comunità e dei dirigenti e funzionari dei servizi afferenti all’integrazione socio-sanitaria.
Oggetto dell’incontro era quello di riprendere un confronto, già avviato con la precedente giunta, in tema di politiche socio-sanitarie.
Il portavoce del Comitato sig. Fabio Ragaini, richiamando il documento inviato dal Coordinamento ai candidati Presidenti della Regione Marche il 12 marzo 2005, ha avanzato, in quella sede, la richiesta di avviare un tavolo di confronto tecnico-politico con gli assessori regionali alle politiche sociali e alla sanità e con i tecnici del Dipartimento su temi riguardanti le politiche ed i servizi sociali, socio-sanitari e sanitari.
I sottoscritti assessori regionali ribadiscono l’intendimento, già seguito dalla precedente Giunta, di proseguire il confronto stabile con il CAT con la possibilità di allargare il tavolo ad altre eventuali realtà associative che ne facessero richiesta mettendo a disposizione i tecnici del Dipartimento regionale dei servizi alla persona e alla comunità sia del servizio politiche sociali che del servizio assistenza territoriale, preposti entrambi all’integrazione socio-sanitaria, a seconda delle tematiche oggetto del confronto assieme al Responsabile dei servizi di integrazione socio-sanitaria dell’ASUR e ai tecnici dell’Agenzia Regionale Sanitaria incaricati di seguire questo settore.
Il piano di lavoro sarà definito in sede di primo incontro e condiviso con gli assessori e dovrà essere finalizzato a costruire documenti o atti di rilievo socio-sanitario nelle modalità previste dalla normativa di riferimento generale già adottata dalla Regione (Piano sociale e piano sanitario regionale), a confrontarsi su attività in fase di implementazione e su problematiche evidenziate dal Comitato.
Sarà compito del Direttore del Dipartimento coordinare i lavori e verificarne l’andamento in ordine agli obiettivi di lavoro indicati.
In fede


L’ASSESSORE ALLA
SANITA’
Almerino Mezzolani

L’ASSESSORE ALLEPOLITICHE SOCIALI
Marco Amagliani