Gruppo Solidarietà
Via Fornace, 23
- 60030 Moie di Maiolati Sp. AN- ITALY
tel/fax 0731703327
grusol@grusol.it
 
Il materiale presente nel sito può essere ripreso citando la fonte
Home page - Chi siamo - Voce sul sociale - Centro Documentazione - Schede di approfondimento
Rivista Appunti - Banche Dati - Pubblicazioni - Informazioni - Links utili

(indice Voce sul sociale)

C.A.T.
Comitato Associazioni di Tutela

Associazioni aderenti:

Aism Regionale
Alzheimer Marche
Anffas Jesi
Anglat Marche
Angsa Marche
Ass. Free Woman
Ass. La Crisalide
Ass. La Meridiana
Ass. Libera Mente
Ass. Paraplegici Marche
Centro H
Gruppo Solidarietà
Tribunale della salute Ancona
Uildm Ancona


Ancona, 6 febbraio 2006



Assessore Politiche sociali Regione Marche
Dirigente Servizio Politiche sociali Regione marche



Oggetto: Proposta di modifiche al Regolamento Regionale 1-2004


In riferimento alle proposte di modifica del regolamento regionale 1-2004 riguardante le strutture per persone disabili facciamo notare come progressivamente le strutture residenziali previste abbiano visto aumentare la capacità recettiva. La CoSER inizialmente prevista per 8 utenti (compreso il posto per l’emergenza) è arrivata con le nuove modifiche a 10; la Residenza Protetta da 16 utenti (con due nuclei da 8) è passata a 20.

Come abbiamo sempre sostenuto, continuiamo a non essere d’accordo, con l’allargamento della capacità recettiva; in particolare la previsione che la RP possa prevedere nuclei da 6-10, determina la conseguente possibilità di un nucleo anche da 14. E’ così ipotizzabile (non essendo specificata l’impossibilità) che possano venire richieste di autorizzazione per RP per strutture da 14 posti letto (unico nucleo di RP). Una struttura di queste dimensioni non ha nulla della dimensione familiare e difficilmente può essere inserita nei normali contesti abitativi.

Esprimiamo pertanto tutta la nostra contrarietà riguardo questa ipotesi. Se si vuole realizzare un unico nucleo riteniamo sufficiente la capacità ricettiva prevista per la CoSER. Confermiamo inoltre la richiesta che venga esplicitata l’impossibilità di accorpamenti tra le strutture.

Ribadiamo inoltre (a maggior ragione con il nuovo dimensionamento della CoSER) l’opinione (in attesa della definizione di un modello RSA disabili) che si attivino le sole CoSER prevedendo - con l’adeguamento dello standard assistenziale - l’accoglienza anche di utenti con caratteristiche da RP.

Confidando in una positiva accoglienza si inviano cordiali saluti

il Comitato