Gruppo Solidarietà
Via Fornace, 23
- 60030 Moie di Maiolati Sp. AN- ITALY
tel/fax 0731703327
grusol@grusol.it
 
Il materiale presente nel sito può essere ripreso citando la fonte
Home page - Chi siamo - Voce sul sociale - Centro Documentazione - Schede di approfondimento
Rivista Appunti - Banche Dati - Pubblicazioni - Informazioni - Links utili

(indice Voce sul sociale)


Gruppo Solidarietà - Ass. Il Mosaico – Anffas Jesi Via S. D’acquisto 7, 60030 Moie di Maiolati S. (AN). 0731.703327


12 maggio 2006
- Sindaco Comune di Jesi
Assessore Servizi Sociali Comune di Jesi
- Coordinatrice Tecnica Servizi Associati
- Comuni associati
- Coordinatore Ambito territoriale


Oggetto: Servizi territoriali handicap. Apertura CSE e criteri tariffari.


In prossimità del mese di giugno vogliamo ricordare le disposizioni riguardanti il funzionamento dei centri socio educativi. Riguardo i periodi di apertura l’articolo 7 del Regolamento stabilisce che il Centro “è aperto per almeno 48 settimane (i periodi di sospensione non possono essere superiori a due settimane) all’anno per 5 giorni alla settimana per otto ore giornaliere. Durante il periodo estivo l’apertura del Centro è assicurata con modalità di funzionamento rapportate alla effettiva domanda avanzata dalle famiglie, entro la prima metà del mese di giugno.
Tali indicazioni recepiscono la normativa regionale vigente che subordina al rispetto di tale norme il finanziamento del 50% del costo degli operatori. Ricordiamo inoltre che le disposizioni regionali stabiliscono che deve essere garantito per le persone con disabilità più grave servizi o prestazioni alternative che siano di sostegno per le famiglie.
Chiediamo pertanto che ci vengano comunicati i periodi di chiusura dei Centri.

In merito al regime tariffario dei servizi si ribadiscono le richieste contenute nella ns nota dello scorso 3 febbraio. In riferimento alla deliberazione 2/2006 si chiede all’art. 4, Soglia di esenzione, di indicare:
- quali redditi sono da considerare e quali sono esclusi dal reddito,
- di prevedere per redditi superiori l’entità della contribuzione prevista. Considerata inoltre l’imminente apertura della Comunità di Morro D’Alba possono essere inserite nello stesso articolo le modalità di contribuzione inserite nel Regolamento così come stabilito nelle delibera regionale 406/2006.

Si invitano inoltre i comuni di Santa Maria Nuova e Filottrano, di voler recepire la Delibera 2/2006, così come il Comune di Monteroberto che pur avendo sottoscritto l’atto di indirizzo per i servizi di aiuto alla persona prevede una contribuzione che non tiene conto dei criteri in essa contenuti.


Restando in attesa di riscontro si inviano cordiali saluti

Le associazioni