Gruppo Solidarietà
Via Fornace, 23
- 60030 Moie di Maiolati Sp. AN- ITALY
tel/fax 0731703327
grusol@grusol.it
 
Il materiale presente nel sito può essere ripreso citando la fonte
Home page - Chi siamo - Voce sul sociale - Centro Documentazione - Schede di approfondimento
Rivista Appunti - Banche Dati - Pubblicazioni - Informazioni - Links utili

(indice Voce sul sociale)

ANFFAS – Onlus -
Associazione Nazionale Famiglie di Disabili Intellettivi e Relazionali
Personalità Giuridica D.P.R. 1542/64
Sede Nazionale
00196 ROMA –Via Gianturco,1 tel. 06/3611524 – 06/3212391 –
Fax 06/3212383 e-mail: anffasnaz@tiscalinet.it
Codice Fiscale 80035790585 .Iva 05812451002

Associazione locale Anffas onlus Jesi
Piazzale S.Francesco, s.n. 60035 JESI tel. 338 8568564 – 0731/203958 – 0731/206296


Jesi, 13 luglio 2004


Al Presidente e comp. Conferenza dei sindaci ASL 5
Al Direttore Zona sanitaria 5

e p.c. Al Coordinatore Ambito Territoriale 9
All’Assessore Servizi Sociali Regione Marche
All’Assessore alla Sanità Regione Marche


OGGETTO: Strutture residenziali per persone disabili Ambito Territoriale n. 9.

Da anni le Amministrazioni promettono l’apertura di due residenze per disabili intellettivi gravi e meno gravi (soggetti con nulla o limitata autonomia) nell’Ambito Territoriale n. 9, peraltro senza precise caratteristiche e standard di qualità.
Cambi di vertici, scelte amministrative, tornate elettorali hanno, nel tempo, non solo danneggiato pesantemente delle persone deboli, le più indifese in assoluto, ma anche creato nelle famiglie illusioni e false aspettative, e quindi, nei nuclei più anziani, angoscia e perdita di speranza.
L’ANFFAS Onlus di Jesi chiede l’assunzione di responsabilità da parte delle Istituzioni preposte ed in tempi brevi la realizzazione di dette opere nel pieno rispetto della legislazione vigente, soprattutto per quanto riguarda gli standard di qualità.
Va da sè che la residenza per persone caratterizzate da handicap intellettivo e/o relazionale, orfane o con genitori non più in grado di provvedere a loro, non può e non deve essere soltanto un contenitore, ma una realtà strutturata, capace di prendere in carico le persone disabili, di sostenerle, di curarle e di accompagnarle sulla strada della vita.
Rivolgiamo quindi un appello alle Istituzioni in indirizzo affinché si adoperino al fine di superare gli ostacoli (veri o presunti) che impediscono la realizzazione di quanto, a piene mani, promesso.
Qualora ciò non avvenga, si provvederà a mettere in atto tutte le forme di pressione consentite per richiamare le Istituzioni alle proprie responsabilità.
Augurandoci che ciò non sia necessario, in attesa di una chiara e rapida risposta, distintamente salutiamo.

ANFFAS ONLUS JESI
Antonio Massacci
Presidente