Data di pubblicazione: 04/04/2024
Numero accessi: 118

indietro

Rapporto Ismu sulle migrazioni 2023, i dati sugli alunni stranieri

Secondo le stime del Ventinovesimo Rapporto sulle migrazioni 2023 della Fondazione Ismu, al primo gennaio 2022 gli stranieri presenti nel nostro Paese sono circa 5 milioni e 775mila, 55mila in meno rispetto alla stessa data del 2022. Il volume, oltre a presentare gli aspetti statistici del fenomeno migratorio, prende in esame i diversi profili della presenza straniera: la partecipazione al mercato del lavoro, la scuola multiculturale, le condizioni di salute, le appartenenze religiose. 

Il documento è disponibile nella sezione “Pubblicazioni” del sito della Fondazione Ismu.

La nuova edizione del rapporto pone una particolare attenzione ai numerosi interventi normativi del 2023, non trascura uno sguardo all’Europa e ai suoi rapporti con i Paesi africani e si arricchisce anche di approfondimenti di attualità, fra i quali il Patto sulla migrazione e l’asilo, la questione dei rifugiati e dei corridoi umanitari, il tema della violenza sui minorenni, gli sviluppi del conflitto in Ucraina, la questione delle tensioni tra Kosovo e Serbia.

Alcuni dati riportati nel capitolo dedicato alla scuola.

Dopo la decrescita temporanea del 2020/2021, nell’anno scolastico 2021/2022 aumenta il numero degli alunni con background migratorio (872.360, pari al 10,6% del totale degli iscritti nelle scuole italiane).

Per quanto riguarda la provenienza, gli studenti con cittadinanza non italiana sono originari di quasi 200 Paesi diversi; circa il 44% è di origine europea, più di 1⁄4 proviene dall’Africa, attorno al 20% dall’Asia e quasi l’8% dall’America latina. La cittadinanza più numerosa è rappresentata dalla Romania con oltre 151mila studenti; seguono Albania (quasi 117mila studenti) e Marocco (111mila).

I nati in Italia rappresentano il 67,5% degli alunni con cittadinanza non italiana.

Anche i dati del 2021/2022 confermano che la maggioranza degli studenti con background migratorio si concentra nelle regioni settentrionali, a seguire in quelle del Centro e nel Mezzogiorno. La Lombardia accoglie nelle scuole 222.364 alunni con cittadinanza non italiana, l’Emilia-Romagna 106.280 e il Veneto 96.105. In Emilia-Romagna questi studenti rappresentano, in rapporto alla popolazione scolastica regionale, il 17,4%, valore più elevato a livello nazionale; segue la Lombardia con il 16,3%. La provincia italiana che conta il più alto numero di alunni stranieri è Milano (80.189), mentre Roma e Torino ne registrano, rispettivamente, 63.946 e 39.184. 

Il ritardo scolastico rimane un aspetto critico: nell’anno scolastico 2021/2022 riguarda l’8,1% degli studenti italiani e il 25,4% degli alunni con cittadinanza non italiana.

Vedi anche

Ministero Istruzione. Gli alunni stranieri nell’anno scolastico 2019-20 

MIUR. Gli alunni stranieri nell’anno scolastico 2018-19 

MIUR. Gli alunni stranieri nell’anno scolastico 2017-18

---------

Altri materiali nella sezione documentazione politiche sociali

PUOI SOSTENERE IL NOSTRO LAVORO CON IL 5 x 1000.

La gran parte del lavoro per realizzare questo sito è fatto da volontari, ma non tutto. Se lo apprezzi e ti è anche utile PUOI SOSTENERLO IN MOLTO MODI.

Clicca qui per ricevere la nostra newsletter

 


Adempimenti legge 4 agosto 2017, n. 124


Il nostro Bilancio


60030 Moie di Maiolati (AN), via Fornace, 23


(+39) 0731 703327


grusol@grusol.it