Data di pubblicazione: 08/12/2023
Numero accessi: 427

indietro

Marche. Fondo solidarietà 2023-24. Criteri riparto e utilizzo (Dgr 1689/2023)

Dgr n. 1869 del 05 dicembre 2023 - Approvazione dei criteri di riparto e delle modalità di utilizzo del Fondo di solidarietà istituito con legge regionale n. 35/2016, art. 10 – annualità 2023 – 2024.

Vedi anche, Marche. Fondo Solidarietà. Anticipo agli ATS interventi salute mentale/disabilità (Decreti 156 e 157 del 13 dicembre 2023)

Non ci sono state modifiche rispetto ai criteri e modalità di utilizzo degli anni precedenti. Il nodo riguarda l'entità del finanziamento. Sul 2022 ci sono 500.000 euro e 2,5 milioni sul 2023. Nell'annualità 2021 la Regione aveva trasferito ai Comuni 3,4 milioni di euro. Se  non ci sono avanzi rispetto alle annualità precedenti il Fondo 2022 è sostanzialmente azzerato. Vedi in propositoChe fine ha fatto il Fondo regionale di solidarietà?

Di seguito la lettera inviata dal Gruppo Solidarietà al Consiglio delle Autonomie locali (CAL), ad ANCI, Comuni marchigiani e Coordinatori degli Ambiti territoriali  il 30 novembre 2023 per "sensibilizzzare" i Comuni sulla questione. Non abbiamo avuto riscontro (evidentemente erano già ... sensibili). 

-------------------------------

Oggetto: Dgr 1703/2023 - Riparto fondo regionale di solidarietà 2023-24 su annualità 2022-23.

Con la dgr  in oggetto  la regione Marche ha approvato i criteri e le modalità di utilizzo del Fondo regionale di solidarietà per gli anni 2023/24 valide per le annualità 2002-23. I criteri non sono stati modificati rispetto agli anni precedenti, ciò che sembra cambiare è l'entità del finanziamento. 500.000 euro sul 2022 e 2,5 milioni sul 2023. Nell’annualità  2021 il fondo trasferito ai Comuni è stato pari a 3,4 milioni di euro per 433 beneficiari. Come noto nel 2022 il Fondo è stato rifinanziato nella legge di assestamento di Bilancio (L. r. 16/2023). Fino al 2021 la somma stanziata è stata sempre superiore a quella utilizzata. Ad esempio l’avanzo sul 2021 è stato di circa  2 milioni di euroSe sull’annualità 2022 non ci fosse avanzo, aspetto che andrebbe verificato con rigore,  essa sarebbe sostanzialmente non finanziata. Per l’anno successivo con riferimento all’annualità 2021 ci sarebbe un decremento di circa 1 milione. Come abbiamo ripetutamente sostenuto (vedi: Fondo regionale di solidarietà. Perché occorre ridefinirne gli obiettivi i criteri vanno radicalmente cambiati perché si sono dimostrati del tutto inadeguati e poco tutelanti nei confronti degli utenti, ma non può essere certo ridotto il finanziamento.Ricordiamo che nell’annualità 2022 la Regione ha ridotto alcuni propri fondi sociali a partire ad esempio dal Fondo non autosufficienza finanziato in 5,5 milioni, poi sostituito con fondi europei (vedi, Fondo non autosufficienza 2022. La giunta ripristini il fondo regionale).Ricordiamo, infine, ancora una volta ai Comuni che le loro responsabilità nella compartecipazione al costo dei servizi prescindono dalla presenza del Fondo regionale e dunque è importante che prendano consapevolezza dell’importanza del finanziamento del Fondo (insieme alla indispensabilità della modifica dei criteri). Un interesse che ad oggi non ci sembra di aver visto. Per i motivi sopra richiamati vi chiediamo di verificare con rigore l’entità complessiva del Fondo 2022 con conseguente intervento nei confronti della Regione nel caso l’entità fosse complessivamente di soli 500.000 euro.

Gruppo Solidarietà, 30 novembre 2023

----------------------------

Per approfondire: Fondo regionale di solidarietà. Perché occorre ridefinirne gli obiettivi

 

Altri materiali in Osservatorio Marche.

Se apprezzi il nostro lavoro PUOI SOSTENERLO IN MOLTO MODI.

anche CON IL 5 x 1000.

Clicca qui per ricevere la nostra newsletter.


Scarica il file PDF

Adempimenti legge 4 agosto 2017, n. 124


Il nostro Bilancio


60030 Moie di Maiolati (AN), via Fornace, 23


(+39) 0731 703327


grusol@grusol.it