Appunti n. 238 (n. 1/2022, gennaio-marzo 2022)

(indice Appunti)


Questo numero


Modelli aziendali nelle residenze anziani
Servizi. Cambiare prospettiva
Alunni con disabilità a scuola. Un bilancio
Un volontariato esigente


Il contributo, in apertura, di Antonio Censi  si pone in continuità con le riflessioni di Luca Fazzi nel numero precedente sul tema del maltrattamento nelle residenze per anziani. L’autore indica alcuni percorsi per costruire organizzazioni più idonee a stabilire un maggiore equilibrio tra la qualità delle cure e il rispetto della dignità umana degli assistiti; ritiene che se si vuole davvero tematizzare il rinnovamento di queste strutture occorre prima di tutto decostruire il paradigma bioeconomicistico della non autosuf-ficienza posto a fondamento di questi servizi. Fabio Ragaini affronta alcuni dei temi presenti anche nell’articolo di Censi. Lo fa a partire da una specifica vicenda marchigiana: l’autorizzazione alla realizzazione di una nuova struttura sociosanitaria di 175 posti. La riflessione attraversa alcuni aspetti dei servizi sociali e sociosanitari, dalla domiciliarità alla residenzialità. La personalizzazione, la presa in carico, i modelli, i finanziamenti, le competenze istituzionali, i criteri di autorizzazione e accreditamento, la costruzione dei sistemi di offerta. Tiziano Vecchiato, nel presentare la nuova Carta dei Valori del volontariato ricorda che la Costituzione non vuole un volontariato accomodante ma esigente e la gratuità diventa forza per rivendicare giustizia, umanità donata. Quando il volontariato è così, non è più una specie sociale posizionabile in un settore, ma un modo di vivere e di essere inclusivi. Non è una parentesi di bontà, ma umanità che si riproduce nei gesti quotidiani, rigenerando la vita di tutti, rendendola più bella e sostenibile. Infine, Andrea Canevaro che nel fare un bilancio del percorso di inclusione degli alunni con disabilità nella scuola di tutti ci ricorda che “un’educazione inclusiva permette alla scuola di riempirsi di qualità: una scuola dove tutti i bambini sono benvenuti, dove possono imparare con i propri tempi e soprattutto possono partecipare, una scuola dove i bambini riescono a comprendere le diversità e che queste sono un arricchimento. La diversità diventa, così, normale. E lo stesso per il lavoro, per i trasporti, per la vita sociale e culturale”.

5 per mille – al Gruppo Solidarietà.
Per sostenere le nostre attività.
C.f. 91004430426

La foto (o immagine) di copertina Ŕ di Lorenzo Pisani


Scarica numero completo stampabile formato PDF solo abbonati

Tipologia: Articolo

Curare le ferite sociali degli anziani non autosufficienti

Antonio Censi, Sociologo, già dirigente residenza sociosanitaria, Bergamo

Il rinnovamento delle residenze sociosanitarie per anziani, comunque denominate, da tutti oggi auspicato, appare possibile solo dopo aver sottoposto a un lavoro di decostruzione il paradigma bioecomicistico della non autosufficienza posto a fondamento di questi servizi.
Leggi solo abbonati
 

Tipologia: Intervista

Cambiare prospettiva. A proposito di politiche, modelli, interventi, servizi

Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà

A partire da una specifica vicenda marchigiana: l'autorizzazione alla realizzazione di una nuova struttura sociosanitaria di 175 posti, La riflessione attraversa alcuni aspetti dei servizi sociali e sociosanitari. Dalla domiciliarità alla residenzialità. La personalizzazione, la presa in carico, i modelli, i finanziamenti, le competenze istituzionali, i criteri di autorizzazione e accreditamento, la costruzione dei sistemi di offerta (intervista a cura della redazione).
Leggi aperto a tutti
 

Tipologia: Articolo

Volontariato, solidarietà, democrazia

Tiziano Vecchiato, Presidente Fondazione Zancan, Padova

La Costituzione non vuole un volontariato accomodante ma un volontariato esigente. Il volontariato non ha paura delle scelte controcorrente, sa che le sfide minoritarie aiutano ad affrontare i problemi, come avviene per le gemme in primavera, quando si fanno strada nel freddo, con tutta la forza che la pianta mette a loro disposizione.
Leggi solo abbonati
 

Tipologia: Articolo

Integrazione: trent'anni e qualcuno in pi¨. Appunti del passato per un futuro inclusivo

Andrea Canevaro, Professore emerito di pedagogia Università di Bologna

Gli appunti del passato possono far capire che l'integrazione non ha riguardato unicamente i soggetti "speciali". Ha interessato la formazione attiva, le fonti del sapere, la collaborazione oltre la scuola. Rappresenta un modello che non è nato come modello. Forse è solo un quadro che è stato composto a partire da un'idea (l'integrazione), ed ha utilizzato quanto era possibile utilizzare, nella propria e nell'altrui esistenza.
Leggi solo abbonati
 

Segnalazioni librarie
A cura di Margherita D'Ignazio, Franca Ferrari, Gloria Gagliardini, Sibilla Giaccaglia, Federica Luchetta, Leonardo Pisani, Andrea Rossi


Trimestrale del Gruppo Solidarietà.
Direttore responsabile: Samuele Animali. Redazione: Giuseppe Alberti, Margherita D'Ignazio, Sibilla Giaccaglia, Gloria Gagliardini, Fabio Ragaini.
Sviluppo software e pubblicazione: Paolo Urbani
Direzione e Amministrazione: Via Fornace, 23  60030 Moie di Maiolati Sp. (AN), Tel. e Fax  0731.703327- e-mail: grusol@grusol.it
Aut.ne del Tribunale di Ancona n. 13 del  10/04/1989. Gli articoli non firmati sono redazionali. 
Iscritto al Registro nazionale della stampa n.5624 del 5/2/97.
Gli articoli della rivista possono essere ripresi da altre riviste, citando la fonte, ma non possono essere pubblicati su Internet